TUTTO CIO CHE VUOI SAPERE SUL SAT
 
IndicePortaleRegistratiAccedi
BENVENUTI IN SAT-HELP
Ultimi argomenti
Settembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
CalendarioCalendario
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividi | 
 

 AutoSploit, il tool per hackerare i dispositivi connessi a Internet

Andare in basso 
AutoreMessaggio
cheff

avatar

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 24.07.17
Età : 38
Località : londra

MessaggioTitolo: AutoSploit, il tool per hackerare i dispositivi connessi a Internet   Mer Feb 28, 2018 3:33 pm

Un gruppo di esperti di sicurezza informatica ha realizzato un tool che permette a chiunque di attaccare i dispositivi IoT non sicuri
2 Febbraio 2018 - Diventare degli hacker provetti non è mai stato così semplice come in questi anni. Avere un background informatico ed essere un esperto di sicurezza non sono più delle caratteristiche necessarie per riuscire a infettare i dispositivi degli altri utenti. I virus, i malware e i ransomware possono essere acquistati per poche decine di euro nel dark web e in poco tempo è possibile iniziare a fare danni in giro per il Web.
L’ultima novità si chiama AutoSploit, un tool ideato da un gruppo di esperti in sicurezza informatica capace di rubare in automatico le credenziali d’accesso degli utenti. Come è possibile tutto ciò? Gli hacker sono riusciti a mettere insieme diversi tool che solitamente usano separatamente per attaccare i PC e i dispositivi degli utenti. AutoSploit permette di velocizzare il loro lavoro e di attaccare il maggior numero possibile di utenti. Il codice sorgente del programma è stato rilasciato su GitHub e qualsiasi persona lo può utilizzare per i propri scopi.
Come funziona AutoSploit
Il funzionamento di AutoSploit è talmente semplice che può sembrare quasi banale. Solitamente un hacker deve trovare un obiettivo da infettare; verificare se l’obiettivo è vulnerabile a qualunque exploit ed effettuare l’attacco. Con AutoSploit tutti questi passaggi vengono riuniti nello stesso tool. Per individuare gli obiettivi si utilizza Shodan il motore di ricerca dove è possibile trovare i dispositivi IoT vulnerabili, mentre per effettuare l’attacco si usa Metasploit, un software che si utilizza per effettuare test sulla vulnerabilità dei device.
L’utilizzo di AutoSploit è molto semplice: per prima cosa bisogna effettuare una ricerca all’interno del motore di ricerca. Utilizzando le API di Shodan, il tool mostra tutti gli obiettivi che possono essere attaccati. Una volta scelti i dispositivi da infettare, entra in azione Metasploit, che va alla ricerca delle credenziali per prendere il controllo dei dispositivi vulnerabili connessi alla Rete. Come potete aver capito, AutoSploit può essere utilizzato da chiunque, anche da coloro che hanno poca esperienza nel mondo dell’informatica.
Funzionerà veramente?
Dopo che il software è stato rilasciato sulla Rete, in molti hanno nutrito forti dubbi sul reale funzionamento di AutoSploit. Mentre altri esperti di sicurezza informatica hanno iniziato a chiedersi se sia etico mettere a disposizione di tutti dei tool che potenzialmente potrebbero attaccare decine di migliaia di persone. Vedremo come evolverà la situazione nei prossimi mesi.
Torna in alto Andare in basso
 
AutoSploit, il tool per hackerare i dispositivi connessi a Internet
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Autocostruzione tavolino portaelettroniche
» stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta.
» ieri fatta isteroscopia
» Tanti aggiornamenti ma sono senza internet :(
» consigli sul cellulare

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
aiuti in generale  :: MiX ZoNe :: News-
Vai verso: